Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
close
Chiodi di Micelio Funghi Mara - Funghi di bosco su tronchi e piante
  • ita
  • eng
  • fra
  • spa
  • ted
  • Italiano
Scarica Depliant
Scarica Depliant
Funghi Mara
Menu
Funghi Mara - Chiodi di Micelio

Chiodi di
Micelio

Per coltivare i funghi di bosco sui tuoi tronchi o alberi

Tronco di legno con funghi di bosco
Funghi di bosco
Coltivare i funghi non è solo puro divertimento fine a sè stesso ma è, soprattutto, aiutare la natura nella sua opera di salvaguardia dell'ambiente per la quale è fondamentale l'intenso lavoro dei miceti (funghi).
I funghi: il bosco, polmone della vita, è il loro habitat, il legno il loro nutrimento naturale, la decomposizione dell'organico il loro fondamentale e vitale compito nella salvaguardia della vita.
Coltivazione su ceppi di legno
Una coltivazione di funghi è naturale solo se:
  • lo è il substrato o terreno di coltura che, nello specifico, è il legno
  • il micelio è puro e cresciuto su legno (Chiodi di Micelio)
Tutto questo porta ad una sola fondamentale risposta: coltivare funghi di bosco su troni di legno fresco e sano con Chiodi di Micelio certificati di alta qualità.
La coltivazione è facile: basta fare alcuni fori e con un martello piantare i Chiodi di Micelio Funghi Mara e attendere.
Funghi Freschi e Naturali
Mettendo i vostri tronchi di legno inoculati in un habitat colturale simile al sottobosco e seguendo semplici istruzioni di coltura, in autunno e primavera spunteranno i vostri funghi secondo natura.
Solo così potremo raccogliere funghi freschi e naturali!
Chiodi di Micelio Funghi Mara
Piantare il Chiodo di Micelio nel tronco o ceppo di legno
Posizionare al riparo da sole e vento
Con i Chiodi di Micelio Funghi Mara puoi coltivare tanti tipi di funghi
  • Reishi (Ganoderma Lucidum)
  • Maitake (Grifola Frondosa)
  • Hericeum (Hericeum Corallinus)
  • Shii-take (Lentinus Edodes)
  • Pleurotus (Pleurotus Ostreatus)
  • Fungo d’oro ® (Pleurotus Cornucopiae)
  • Pioppino (Pholiota aegerita)
Mano mostra i Chiodi di Micelio Funghi Mara
Chiodo di Micelio piantato su un tronco di legno
Come seminare e coltivare i funghi di bosco
su tronchi o ceppi di legno
1.
Scegliere i tronchi o le piante vive su cui piantare i Chiodi di Micelio Funghi Mara (in fondo alla pagina troverete alcuni consigli su quale legno preferire in base al fungo che si vuole coltivare).
2.
Con un trapano creare dei fori nel legno di diametro 8 mm e profondità 45 mm. I fori di inoculo vanno distanziati fra di loro 8-10 cm sia sulla circonferenza del tronchetto sia tra una linea di circonferenza e l’altra.
3.
Piantare con un martello i Chiodi di Micelio nei fori creati.
4.
Mettere i tronchi ad incubare in un sacchetto di plastica che deve avere la parte superiore con la bocca ripiegata ma non sigillata così da avere solo un leggero scambio gassoso ma, assolutamente, non un ricircolo d’aria.
5.
Al termine dell’incubazione, cioè quando il micelio ha invaso il legno, togliere i tronchi dal sacco e posizionarli in giardino o in un angolo della casa o della cantina: con condizioni climatiche corrette, la produzione dei funghi continuerà per circa 3 anni.
Suggerimenti
  • Alcuni autori consigliano di lasciare una piccola camera vuota (che sembrerebbe favorire un primo sviluppo del micelio) sul fondo del foro; pertanto, in questo caso, la profondità del foro sarà di 50-55 mm.
  • Si possono tenere anche distanze superiori, però aumentano i tempi di incubazione (i tempi di moltiplicazione e sviluppo del micelio nella pianta ospite).
  • Il tempo di incubazione dei Chiodi di Micelio, cioè di crescita del micelio sul legno dei cilindretti, varia a seconda del fungo: da 10-15 giorni per i funghi del genere Pleurotus a tempi un più lunghi per generi come Ganoderma, Lentinus ed altri.
Guarda come
è facile!
Un ringraziamento a Simone Borghetti per aver realizzato questo video
I funghi di bosco a casa tua!
Dopo avere accuratamente scelto il legno più idoneo in funzione del micelio dei differenti funghi da coltivare, Funghi Mara provvede alla realizzazione dei cilindretti di diametro 8 mm e una lunghezza di 4,5 cm.
I cilindretti di legno, messi nelle diverse e apposite confezioni, vengono sterilizzati, inoculati e posti nei locali di incubazione a temperatura controllata dove il micelio si sviluppa: l’inoculazione avviene sotto “cappa a flusso laminare”, cioè in una piccola area assolutamente sterile (asettica), al fine di non contaminare i Chiodi di Micelio con eventuali patogeni dell’ambiente.
Buste di Chiodi di Micelio Funghi Mara
Busta di Chiodi di Micelio
La Busta di Chiodi di Micelio è, in verità, costituita da due buste l’una dentro l’altra.
Quella esteriore è, esternamente, di carta patinata con fotocolor del fungo e dei chiodi e plasticata all’interno per una maggiore tenuta e igienizzazione.
Entro questa prima busta esterna troviamo una seconda busta in polietilene contenente 20 Chiodi di Micelio che servono a inoculare un tronchetto classico di diametro 15 cm e altezza 30 cm.
Sacco di Chiodi di Micelio
Il Sacco di Chiodi di Micelio contiene circa 2.034 cilindretti.
è consigliato per la realizzazione di impianti, sia di tronchetti sia di piante vive di alto fusto, sì ancora di modeste dimensioni per uso famiglia ma anche per integrare nell’azienda agricola la vendita diretta di frutta, verdura, uova o animali da cortile.
Epoche di Inoculo
In generale i mesi migliori per l’inoculazione dei tronchi spazia da Aprile a Giugno, in quanto i legni inoculati posti in ambiente freschi e umidi usufruiscono del calore estivo.

Con una inoculazione primaverile di tronchi per la coltivazione del Pleurotus è prevedibile un inizio produzione tra fine Settembre e Novembre già nell’anno stesso di inoculo e, in tutti i modi e indipendentemente dal fungo, si guadagna sempre un anno rispetto gli altri mesi.

I mesi primaverili sono inoltre i più consigliati per l’inoculazione di piante vive.

Anche in pieno inverno un posto caldo per poter riscaldare i nostri tronchi in incubazione si trova sempre, dalla sala caldaie al garage.

In altre parole, con le dovute attenzioni, questo tipo di inoculazione è fattibile in tutti i mesi dell’anno.
Inoculazione di tronchetti o ceppi di legno
I tronchetti o ceppi di legno possono avere misure diverse che però non sono unicamente dettate da una convenienza egronomica ma anche da una convenienza economica e, quest’ultima, varia in funzione della differente richiesta economica dell’essenza legnosa scelta e delle sue parti.

Mi spiego meglio: nel pioppo il suo fusto grosso e diritto viene principalmente utilizzato in falegnameria o per essere “sfogliato” ed impiegato nella produzione di cassette per frutta e verdura.
La “ramaglia” invece non trova usi industriali se non che per essere destinata, a prezzo modesto, alla cartiera o alla produzione di trinciato.
E’ ovvio pertanto che per la preparazione dei tronchetti da inoculare useremo la parte più grossa della ramaglia non perché il tronco non vada bene ma semplicemente perché avrebbe un costo più alto.
Non esiste una regola fissa per definire le dimensioni dei tronchetti o ceppi in quanto quello che importa è semplicemente l’essenza legnosa con cui nutrire il fungo e la sua qualità.

L’epoca ottimale per il taglio della legna è l’inizio inverno poiché il legno è in riposo invernale e pieno di sostanze di riserva; l’epoca ottimale per la semina invece è la primavera alla ripresa vegetativa.
Questi accorgimenti però sono importanti soprattutto a livello di preparazione di grandi impianti a scopo di reddito: a livello amatoriale va bene ogni momento dell’anno.
Inoculazione su ceppi di legno
Inoculazione di piante vive
Inoculare piante vive, soprattutto con funghi quali Pleurotus, shii-take e pioppino che ben si prestano allo scopo, non comporta, se sana, ne’ morte ne’ danni alla pianta ospite.

Infatti questa convivenza è comune in natura e tantissimi sono i cercatori che, da una vita e nel momento stagionale corretto, si recano nel loro "luogo segreto" certi di trovare sia la pianta che i funghi.
Va da se’ che la pianta, come qualunque altro essere vivente, al momento dell’inoculo, cerca di opporsi e difendersi dall’invasione del parassita.
E’ proprio per questa sua difesa spontanea e comprensibile che l’inoculazione di una pianta viva e sana non puo sempre dare la sicurezza e la probabilità di riuscita che, al contrario, maggiormente da l’inoculazione di un tronchetto.
Inoculare piante vive significa avere nel proprio giardino una produzione di funghi durevole quanto la vita della pianta ospite.

L’inoculazione di piante vive con Chiodi di Micelio avviene con modalità del tutto simili a quelle per il tronchetto o ceppo di legno: va da se’ che la pianta non può essere messa ad incubare in un sacco ma, considerando che le dimensioni dei chiodi e dei fori sono state studiate per fare aderire le pareti di primi a quelle dei secondi, si riesce ad ottenere un ottimo contatto tra pianta ed inoculo che, peraltro, con la sua aderenza ha anche una funzione protettiva ma al contempo traspirante.
La pianta poi, essendo viva, non ha problemi di disidratazione.
Inoculazione su piante vive
Impianto realizzato da Shii-Take Italia inoculato con Chiodi di Micelio Funghi Mara
Funghi idonei all'inoculazione e
essenze legnose consigliate per la coltivazione
Reishi Ganoderma Lucidum Maitake Grifola Frondosa Hericeum Hericeum Corallinus Shii-take Lentinus Edodes Pleurotus Ostreatus e Cornucopiae Pioppino Pholiota aegerita
Ontano X X
Frassino X X
Faggio X X
Castagno X X
Olmo X X
Eucalipto X
Noce d'America X
Acacia X
Acero X X X
Quercia X X X X X
Prugno X X X
Pioppo X X X
Liquidambar
Reishi Ganoderma Lucidum Maitake Grifola Frondosa Hericeum Hericeum Corallinus
Ontano
Frassino
Faggio
Castagno X
Olmo X X
Eucalipto
Noce d'America
Acacia X
Acero X X
Quercia X X X
Prugno X
Pioppo X
Liquidambar
Shii-take Lentinus Edodes Pleurotus Ostreatus e Cornucopiae Pioppino Pholiota aegerita
Ontano X X
Frassino X X
Faggio X X
Castagno X
Olmo
Eucalipto X
Noce d'America X
Acacia
Acero X
Quercia X X
Prugno X X
Pioppo X X
Liquidambar
Essenze legnose consigliate da lettura di esperienze di autori vari
Funghi Mara è regolarmente certificata per la "Produzione di MICELIO FUNGINO - Autorizzazione Regionale numero 3983 /registro ufficiale dei produttori numero 08/3983".